Consulenza telefonica

Tornata a casa dopo una giornata tosta, ma carina (e nella quale, grazie al passaggio della compaesana, non ha nemmeno troppo sentito la fatica dello sciopero dei treni), dedicatasi con impegno a un primo round di cose da fare per domani (visto che vorrebbe togliersi ogni impiccio prima della partenza a Oz), finita di guardare la sceneggiatura (che, come ogni buona trama, parte bene, si dipana incasinandosi, ma non finisce troppo male), la 'povna stava felicemente oziando, quando una vibrazione continuata e il suono di Brave Scotland le hanno ricordato che possiede un cellulare.
Prefisso, dalla scuola. Numero non riconosciuto.
"Pronto?" – poiché in casa sua il cellulare non prende, la 'povna deve affacciarsi come una pazza alla finestra. Lei rischia la vita. In compenso, quella stessa vita, la sentono in stereofonia tutti i vicini.
"Pronto, prof., sono uno dei Bufali buoni".
"Ciao, Bufalo buono, ma chi ti ha dato il numero?"
"Non si preoccupi, professoressa, me lo ha dato la mia mamma, che è qui di fronte a me".
"Dimmi…"
"Volevo chiederle, no. Ho preso il nostro libro di poesia e teatro. Sono andato alla pagina 'metrica e versi', e ho letto che "i versi più comuni sono: settenario, sette sillabe, ottonario, otto sillabe…" – e giù via dritto con l'elenco intero – "e allora, volevo dirle, con quella questione delle sillabe metriche, e degli accenti principali che lei ha spiegato in classe. Ecco, mi sono un po' confuso".
"Stai tranquillo, Bufalo buono. Ora ti rispiego" – sempre sbracciata alla finestra, la 'povna ha compendiato il significato di sillaba metrica, e la santa regola dei piani, tronchi e sdruccioli, alla faccia di un libro che mette nella loro testa solo tanta confusione.
"Ho capito, prof. Rispetto al nome del verso, l'accento principale è sempre uno meno".
"Esattamente, Bufalo buono. O, per meglio dire, rispetto all'accento principale, il nome del verso è uno in più".
"Grazie, professoressa, ora sono più tranquillo. Sa, non ero più tanto sicuro, e, nel dubbio, ho preferito controllare".
"Hai fatto bene, Bufalo buono. Ci vediamo domani".
"Arrivederci, grazie, prof."

La 'povna attacca con un sorriso, e si ricorda quando, uno anno fa, di questi tempi, a scriverle sms di chiarimento erano Dorothy e Nana. Si vede tanto – pensa la 'povna – che il Bufalo buono è un ex dell'Onda. Così come si vede – aggiunge – che domani hanno la verifica.

About these ads

Informazioni su 'povna

La 'povna: corro da un mondo all'altro, di solito in treno. Temo Bianconiglio, ma non sono in ritardo. Rispetto lo sceneggiatore: di fronte a una buona trama, mi inchinerò sempre. Fermo posta: lapovna AT gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Consulenza telefonica

  1. melchisedec ha detto:

    Scatenatamente buono, Bufalo. A volte, quando si verificano queste sorpresine, dubito un po' sull'autenticità… Però è sempre un buon segno.

  2. melchisedec ha detto:

    Scatenatamente buono, Bufalo. A volte, quando si verificano queste sorpresine, dubito un po' sull'autenticità… Però è sempre un buon segno.

  3. povna ha detto:

    Mel: il Bufalo buono è buono (non per niente è un ex dell'Onda). Non è acutissimo, ma è buono. E' per questo che la 'povna non dubita della sua buona fede. E accoglie il gesto – ma soprattutto lo studio – come un tentativo di non bocciare…

  4. povna ha detto:

    Mel: il Bufalo buono è buono (non per niente è un ex dell'Onda). Non è acutissimo, ma è buono. E' per questo che la 'povna non dubita della sua buona fede. E accoglie il gesto – ma soprattutto lo studio – come un tentativo di non bocciare…

  5. lerinni ha detto:

    bufalo buono e coraggioso: non è da tutti ammettere di non aver capito. nemmeno il giorno prima della verifica.

  6. lerinni ha detto:

    bufalo buono e coraggioso: non è da tutti ammettere di non aver capito. nemmeno il giorno prima della verifica.

  7. povna ha detto:

    Erinni: già! :-) e infatti il Bufalo buono era tra quelli, oggi, che non vedeva l'ora di smettere il melodramma e di cominciare la verifica, che lui lo sa che ci mette tanto, a pensare…

  8. povna ha detto:

    Erinni: già! :-) e infatti il Bufalo buono era tra quelli, oggi, che non vedeva l'ora di smettere il melodramma e di cominciare la verifica, che lui lo sa che ci mette tanto, a pensare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...