2 giugno

L’Italia è una Repubblica, nata dalla Resistenza, sancita per referendum e fondata sul Lavoro.
E la ‘povna, che è ritualistica per vocazione, istituzionale per scelta e mazziniana per ottimismo, pensa proprio che questo sia uno di quei giorni che vale la pena, sempre, di essere con consapevolezza festeggiato.

About these ads

Informazioni su 'povna

La 'povna: corro da un mondo all'altro, di solito in treno. Temo Bianconiglio, ma non sono in ritardo. Rispetto lo sceneggiatore: di fronte a una buona trama, mi inchinerò sempre. Fermo posta: lapovna AT gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in costume e società, politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a 2 giugno

  1. paluca66 ha detto:

    Visto il periodo in cui cade ho sempre lavorato e anche oggi non vengo meno alla tradizione…

  2. 'povna ha detto:

    Anche io sto lavorando a casa (approfitto del giorno di festa per le varie scartoffie necessarie alla chiusura). Ma si può festeggiare anche lavorando, credo!

  3. ildiariodimurasaki ha detto:

    Sì, sì, festeggiamo. Ma assai lavorativamente!

  4. vnnvvvn ha detto:

    Possiamo aggiustare qualcosa ma secondo me la Repubblica è proprio bella :-)

  5. Why ha detto:

    Qui proprio in questi giorni si festeggia la regina..e anche con discreto trasporto..fa un po’ impressione! Ma ancorché sgangherata la nostra repubblica mi resta nel cuore. Buona festa!

  6. melchisedec ha detto:

    Lavorando è un buon modo per festeggiare. In onore proprio alla Costituzione.

  7. xanthippe ha detto:

    Come si può non amarla?
    Come si può non festeggiarla?

  8. pensierini ha detto:

    Imperitura, la nostra Costituzione. Uno dei più belli è l’articolo 11.

  9. margherita ha detto:

    Ho festeggiato con piacere coniugando divertimento e riflessioni, cultura e sorrisi.

  10. Aliceland ha detto:

    Senza contare che è una delle poche feste laiche.. le mie preferite! ;-)

  11. 'povna ha detto:

    Murasaki: ho lavorato la mattina, e me ne sono andata a un pic-nic il pomeriggio, una buona mediazione. (E comunque sia chiaro che, nella scelta tra Napolitano e Di Pietro non ho dubbi: io starò, sempre, dalla parte delle Istituzioni).

    Viv: la Repubblica è proprio bella, e sarebbe ora di farlo capire ai suoi concittadini.

    Why: appunto. Sarebbe il caso di spiegare a parecchia gente che la festa della Repubblica non è un’occasionale festicciola da oratorio (così come sarebbe il caso di far capire che, se non riesci a farlo in famiglia, uno storno di bilancio con 5 giorni di anticipo, è un po’ improbabile che lo faccio una nazione sovrana, per tacere del fatto che le commesse per la festa danno lavoro esattamente come tutto il resto. Ma per carità. Vorrei tanto portare nei miei concittadini un po’ di spirito inglese.

    Mel: verissimo! Io, come ti dicevo, ho fatto metà e metà.

    Xan: si può. E di solito finiscono anche in prima serata nei talk show… :-(

    Pens: vero. Anche il 34, però!

    Margherita: il modo migliore!

    Aliceland: per le feste religiose, prendiamocela con chi rinnovò il Concordato (ma anche con PCI e DC che in Costituente fecero muro per l’introduzione dell’articolo 7, l’unico che non tollero, contro le proposte laiche di socialisti e partito d’Azione).

    • pensierini ha detto:

      Certo, è importantissimo, e lo riporto qui, per comodità di chi legge:
      Articolo 34
      La scuola è aperta a tutti.
      L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.
      I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.
      La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.

  12. laGattaGennara ha detto:

    io ho festeggiato chiedendo un ricordo. un ricordo d’amore e di famiglia, come credo sia dentro l’inizio, di questa repubblica.

  13. 'povna ha detto:

    Pens: bellissimo. Grazie di averlo riportato!

    GG: un bellissimo festeggiamento, direi…

  14. giusto, va festeggiato e ricordato.

    In particolare, nella ridente cittadina il Comune non ha organizzato l’abituale sfilata (spero ci sia l’intenzione di devolvere i fondi normalmente destinati alle recenti urgenze)
    però, sfilata in pompa magna a traffico bloccato per uno dei numerosi santi festeggiati in loco. Che fosse il due giugno, m’ha fatto proprio strano…

  15. 'povna ha detto:

    Capisco, lo strano… Sui fondi, non so. In realtà quello che c’è da stanziare non si decide temo così all’ultimo momento. Però, via, speriamo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...